Cardiologia Brescia – Dr. Enrico Vizzardi – Cardiologo

Enrico-Vizzardi

Cardiologia

Titoli di Studio, Esperienze professionali ed esperienze lavorative

Enrico Vizzardi – La figura del cardiologo a Brescia

Il cardiologo è un medico specializzato in cardiologia che si occupa di studiare, diagnosticare e curare le malattie cardiovascolari, cioè i disturbi che colpiscono il cuore e le arterie.
A differenza dal cardiochirurgo, il cardiologo non interviene chirurgicamente, ma si occupa di patologie assai frequenti come l’infarto, l’arteriosclerosi, le coronaropatie, l’ipertensione e le aritmie.
Per svolgere la sua professione il cardiologo deve aver conseguito una laurea in medicina, fatto il tirocinio ed essersi specializzato in malattie dell’apparato cardiocircolatorio.
Condizione importante per un cardiologo è creare un rapporto di fiducia col paziente sin dalla prima visita ed evitare analisi, esami e trattamenti che possano esporre l’ammalato a rischi inutili.
Il rapporto di fiducia permette al paziente di uscire dall’erronea convinzione che “più esami si fanno e meglio è” e consente al cardiologo di scegliere le prestazioni in base a un concetto di qualità e appropriatezza.
La competenza acquisita in tanti anni di studio e di esperienza sul campo dal cardiologo rappresenta un sostegno per il paziente cardiopatico e per la sua famiglia.
Si può ben comprendere come il rapporto di fiducia creato da questo specialista diventi un aiuto importante per un malato che si sente continuamente a rischio della vita.
La visita cardiologica si svolge in tre fasi.
In un primo momento il cardiologo fa l’anamnesi, cioè raccoglie informazioni sulla storia clinica e sullo stile di vita del paziente, oltre che sulle malattie cardiologiche in famiglia, con lo scopo di stabilire un’eventuale familiarità del soggetto con malattie cardiovascolari.
Successivamente il medico procede alla visita con auscultazione, percussione e misurazione della pressione arteriosa. In questa fase lo specialista valuta la frequenza cardiaca, l’ingrossamento del fegato, il gonfiore degli arti inferiori e altri segni clinici.
Nella terza fase, se previsto, il cardiologo procede all’esecuzione dell’elettrocardiogramma.
Applicando degli elettrodi su torace, polsi e caviglie il medico rileva l’attività elettrica cardiaca con un tracciato grafico e individua eventuali aritmie e alterazioni della conduzione elettrica del cuore legate a un infarto.
Successivamente il cardiologo deciderà se richiedere ulteriori esami o procedere prescrivendo una terapia adeguata che può consistere in una cura farmacologica o in un cambiamento dello stile di vita del paziente (variare le abitudini alimentari, esercizio fisico quotidiano, smettere di fumare o di bere o allentare lo stress lavorativo).
Il cardiologo si serve dell’elettrocardiogramma anche nelle visite pediatriche e per le donne in gravidanza, in quanto si tratta di un esame non invasivo, non doloroso e innocuo anche per il feto.
Affidarsi a un cardiologo dopo i 45 anni è come sottoporsi a un check-up, perchè permette di farsi un’idea del livello di pericolo del cuore.
Il cardiologo è in grado di capire quali sono per ogni persona i fattori di rischio più incisivi sul rischio cardiovascolare generale e quindi può svolgere un’efficace opera di prevenzione personalizzata per la salute del cuore di ogni persona che gli si affidi.

Titolo di studio

Nato a Brescia il 1 giugno 1972.
Maturità scientifica nell’anno scolastico 1990/91.
Iscritto alla facoltà di Medicina e Chirurgia nell’anno accademico 1991/92.
Allievo interno presso la Cattedra di Cardiologia dell’Università di Brescia dal 1994 al 1997.
Laurea in Medicina e Chirurgia a pieni voti e lode presso l’Università di Brescia nell’anno accademico 1996/97 con la seguente tesi: “Nuovi betabloccanti nella terapia dell’insufficienza cardiaca cronica: valutazione comparativa tra carvedilolo e metoprololo in 120 pazienti affetti da cardiomiopatia dilatativa idiopatica e postinfartuale” relatore il chiarissimo Prof. Livio Dei Cas.
Abilitato all’esercizio della Professione di Medico Chirurgo nella seconda sessione dell’anno accademico 1998 presso l’Università degli
Studi di Brescia.
Iscritto all’Albo professionale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Brescia il 28/01/99 (n° 06664).
Medico frequentatore del reparto di Cardiologia degli Spedali Civili di
Brescia dal marzo 1998 al dicembre 1999.
Specializzando in Cardiologia presso la Cattedra di Cardiologia dell’Università degli Studi di Brescia immatricolato dall’anno 1998/99.
Dirigente Medico presso la Unità di Riabilitazione Cardiologica degli Spedali Civili di Brescia, a Fasano del Garda (Brescia) dal 18/09/2002 al 19/12/2003.
Diploma di Specialista in Cardiologia presso l’Università di Brescia a pieni voti assoluti e lode nel 2003 con la seguente tesi: “Valutazione dell’indice di performance miocardica (MPI) con studio ecodoppler in pazienti affetti da insufficienza cardiaca: correlazione con gli altri parametri e significato prognostico” relatore il chiarissimo Prof. Livio Dei Cas.
Vincitore di concorso a ricercatore universitario per le discipline mediche presso l’Università di Brescia nel dicembre 2003.
Dirigente Medico presso la Riabilitazione Cardiologica della Casa di Cura Moro, Fondazione Don Gnocchi (Brescia) dal 20/08/2004 al 31/12/2004.
Ha sempre svolto attività assistenziale a tempo pieno presso il reparto di Cardiologia degli Spedali Civili di Brescia dal 01/01/2005 a tutt’oggi.

Corsi di formazione

1. Corso di procedure di rianimazione cardiopolmonare (Corso BLS esecutore tenutosi a Milano Ospedale Niguarda il 2/6/99 e superato la prova di valutazione finale con performance 86%).
2. Master “Cardiologia interventistica”. Napoli 19-23 Febbraio 2001.
3. Corso intra moenia della Società italiana di Cardiologia. Gruppo di studio Insufficienza cardiaca. La disfunzione diastolica. Roma 11 aprile 2001.
4. Corso di Ecocardiografia di II livello. Dipartimento Scienze cardiovascolari e Respiratorie. Università di Roma “La Sapienza”. 11-13 giugno 2002.
5. Ricerca clinica: corso base di formazione. Roma, 22-23 ottobre 2003.
6. Corso di perfezionamento teorico-pratico: Diagnosi e terapia dello scompenso cardiaco tenutosi a Pavia presso l’IRCCS Policlinico San Matteo dal 10 al 14 maggio 2004.
7. Corso ACLS Provider of the American Heart Association’s CPR and ECC courses. Bergamo 9-10 giugno 2004.
8. Corso di perfezionamento teorico-pratico in ecocardiografia. Tissue doppler, imaging, strain, strain rate. Mantova 6-7 settembre 2004.
9. Corso di Certificazione di Competenza di Ecografia Cardiovascolare Generale SIEC. Milano 24/27 novembre 2004.
10. Corso su Valvulopatie aortiche: storia naturale, terapia medica e chirurgica. Università degli Studi di Padova, 25-27 gennaio 2006.
11. Advanced in echocardiography. Le nuove tecnologie: dimostrazioni pratiche, applicazioni cliniche e limitazioni. Cliniche Gavazzeni Bergamo , 14 settembre 2007.
12. Le nuove tecnologie ecocardiografiche nella pratica clinica: quando e come utilizzarle. 6- 7 Novembre 2007 Ferrara, Unità Operativa di Cardiologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Arcispedale S. Anna.
13. Corso per la certificazione di Competenza in Ecografia Cardiovascolare Alta Specialità EcoStress (SIEC); Milano 31 marzo-2 aprile 2008.
14. L’ecocardiografia nello scompenso cardiaco: uno strumento indispensabile per la gestione clinica del paziente. Corso ANMCO Area Scompenso. Bergamo 12 novembre 2009.
15. Training on the job 2010: Corso teorico pratico avanzato di Eocardiografia.
22-26 Marzo 2010 presso il Laboratorio di Ecocardiografia, Dipartimento “A. De Gasperis” Ospedale Niguarda Ca’ Granda, Milano.
16. Corso Clinico di Clinical Competence: la gestione del paziente con cardiopatia ischemica. ANMCO Firenze 23 giugno 2010.
17. Echo training in preparation for the EchoCRT study (Echocardiographic guided cardiac resynchronization theraphy). September 15-16 2010 Berlin
18. Corso Eco e cardiopatia ischemica. U.O. di Cardiologia. Ospedale San Gerardo Monza 07-08 ottobre 2010.
19. Corso di Ecocardiografia Teorico-Pratico (livello avanzato). Novara 27-29 aprile 2011.
20. English Course for Medical Writing and Congress Presentation. Centro Paolo IV Brescia 13-15 aprile 2012.
21. Corso di ecocardiografia trans esofagea. Ospedale Monzino. Università Studi di Milano. 17/18 aprile 2013.
22 Master avanzato su: Ipertensione polmonare di gruppo 1 e di gruppo 4: similitudini e differenze nella diagnosi e nella terapia. Pavia 7-9 marzo 2017.

Attività scientifica

L’attività scientifica comprende 556 pubblicazioni, di cui 273 pubblicazioni in extenso, 266 abstracts e 17 capitoli libri. L’impact factor totale è di 400, l’H index attuale di 20 e l’Hi index è 17.

Il Dott. Vizzardi Enrico si è concentrato sui seguenti temi di ricerca:
a) Valutazione della funzionalità ventricolare sinistra e destra in pazienti con insufficienza cardiaca con metodiche incruente.
b) Valutazione della capacità funzionale di pazienti con insufficienza cardiaca mediante test ergometrico e spirometria.
c) Valutazione degli effetti della terapia antialdosteronica nei pazienti affetti da insufficienza cardiaca.
d) Valutazione del marker tumorale Ca125 in pazienti con insufficienza cardiaca moderata.
e) Valutazione dei parametri clinici e strumentali dotati di maggior significato prognostico nei pazienti con scompenso cardiaco.
f) Valutazione ecocardiografica transtoracica e transesofagea delle valvulopatie.
g) Valutazione delle dimensioni dell’aorta ascendente e delle variazioni nel corso del tempo.
h) Valutazione ecocardiografica della funzione sistolica e diastolica in pazienti affetti da artrite reumatoide.
i) Valutazione ecocardiografica di pazienti affetti da deficit di alfa 1 antitripsina.
j) Valutazione cardiologica di pazienti affetti da fibrosi cistica.
k) Valutazione dell’elasticità dell’aorta toracica con metodica tissue doppler
l) Valutazione della funzione endoteliale con metodica non invasiva endoPath
m) Valutazione ecocardiografica di pazienti affetti da sindrome delle apnee notturne sottoposti a terapia con cPAP.
n) Valutazione ecocardiografica con metodica Speckle tracking dell’atrio sinistro in pazienti sottoposti ad ablazione per fibrillazione atriale.
o) Valutazione ecocardiografica di pazienti affetti da OSAS.
p) Valutazione della capacità funzionale in pazienti con insufficienza cardiaca sottoposti a terapia con ivabradina.
q) Valutazione della PWV nello scompenso cardiaco acuto.
r) Valutazione della prognosi dei pazienti affetti da sindrome di Tako Tsubo.
s) Valutazione delle comete ultrasoniche nello scompenso cardiaco acuto.
t) Valutazione dei pazienti affetti da LES in particolare con malattia all’esordio e senza fattori di rischio cardiovascolare
u) Valutazione dell’apparato cardiovascolare in pazienti gravide con preeclampsia o in pazienti con pregressa diagnosi di preeclampsia
v) Valutazione dell’impatto delle gravidanze gemellari sull’apparato cardiovascolare delle partorienti.

Nell’ambito della cardiologia clinica ha concentrato il proprio interesse sulla diagnostica e trattamento delle cardiomiopatie e delle valvulopatie.
Particolare impegno è stato profuso nello studio della terapia antialdosteronica nell’insufficienza cardiaca e nella valutazione strumentale di imaging del ventricolo destro e nell’utilizzo di metodiche non invasive come la tonometria e la pletismografia.

Attualmente nell’Editorial Board di:
European Journal of Heart Failure (dal novembre 2017)
Journal of Cardiovascular Medicine (da ottobre 2017)
Arca Ambulatoriale (da giugno 2018)

Ha partecipato come Principal Investigator ai seguenti studi:
1) trial internazionale ETNA DUS Edoxaban prescription patterns in Europe: a retrospective drug utilisation chart review study of Daiichi Sankyo Europe
2) trial internazionale ENVISAGE-TAVI AF (EdoxabaN Versus Standard of Care and TheIr Effects on Clinical Outcomes in PAtientS HavinG UndergonE Transcatheter Aortic Valve Implantation – in Atrial Fibrillation)
3) responsabile degli studi attivati presso l’Università di Brescia su melatonina e iperternsione arteriosa, disfunzione endoteliale e LES, celiachia e malattie apparato cardiovascolare.

Ha partecipato come Ricercatore (Co-Investigator) ai seguenti studi:
a) studio internazionale multicentrico MCC-135 della Mitsubishi Pharmaceuticals
b) studio internazionale multicentrico HEAAL della Merck Sharp & Dohme
c) studio internazionale multicentrico ELANDD della Menarini Farmaceutica
d) studio CARDIO-SIS del centro studi ANMCO
e) studio internazionale MADIT CRT echo
f) studio DYDA del centro studi ANMCO
g) studio Echo CRT della Biotronik
h) studio ATMOSPHERE della Novartis,
i) studio ISPIT del centro studi SICOA,
j) studio ADVENT-HF dell’Università di Toronto,
k) Studio ISPICA del centro studi SICOA,
l) Studio ISPIRI del centro studi SICOA
m) Studio SOCRATES Reduced della Bayer
n) Studio SCOCRATES Preserved della Bayer
o) Studio internazionale multicentrico su Istaroxime della CVie Therapeutics Company
p) Studio EDIFY della Servier
q) Studio ISPAF del centro Studi SICOA
r) Studio ISMAR del centro studio SICOA
s) Studio RELAX II della Novartis
t) Studio RELAX REPETED della Novartis
u) Studio ISPAF II del centro Studi SICOA
v) Studio BIOSCAB: A systems BlOlogy Study to TAilored Treatment in Chronic Heart Failure, BIOSCAB-CHF

E’ iscritto all’albo REPRISE – Registro di esperti revisori per la valutazione scientifica della ricerca italiana del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR).

E’ stato revisore di articoli per riviste internazionali quali:
o American Heart Journal,
o Annals of Internal Medicine,
o Cardiology,
o Am J Cardiology,
o European Journal of Echocardiography,
o European Journal of Heart Failure,
o International Journal of Cardiology,
o European Journal of Internal Medicine,
o Journal of Cardiovascular Medicine,
o The International Journal of Cardiovascular Imaging,
o European Heart Journal of Cardiovascular Imaging,
o Journal of clinical Ultrasound,
o International Journal of Clinical Practice,
o Journal of Critical Care
o J of Cardiothoracic Surgery
o Cardiovascular Journal of Africa
o Medical Science Monitor,
o BMJ Cases Reports,
o Aminoacids,
o Vascular Health and Risk Management,
o Central European journal of Medicine,
o Yonsei Medical Journal,
o Inflammation Research,
o Recent Patents On Cardiovascular Drug Discovery,
o Minerva Cardioangiologica
o Minerva Medica
o Herz
o Plose One
o Journal of Clinical Hypertension
o Heart, Lung and Circulation
o Medical Principles and Practice
o International journal of obstertics and gynaecology

Nel 2006 ha ottenuto la Certificazione di Competenza in Ecografia Cardiovascolare rilasciata dalla Società Italiana di Ecocardiografia (SIEC).
Membro del comitato scientifico ed organizzativo dei seguenti corsi di aggiornamento con finalità didattico-scientifiche:
XII Congresso di Cardiologia. Attualità in tema di: Rischio Cardiovascolare come valutarlo, come correggerlo. Bormio: 13-17 aprile 2004



I tuoi “concierge” della salute